Sto cercando una casa per le vacanze



Cerca per nome



Case Regioni Case Regioni Costa Rei Case Regioni Cala Sinzias Case Regioni Sant'Elmo Case Regioni Villasimius Case Regioni Chia Case Regioni Pula Case Regioni Is Molas Case Regioni Torre delle Stelle Case Regioni Tortoli Case Regioni Orri Case Regioni Costa Smeralda Case Regioni Torre Salinas Case Regioni Orosei & Cala Liberotto Case Regioni Portobello Case Regioni Golfo Aranci Case Regioni Porto Taverna

Regioni

Clicca qui per caricare Google Maps.


Sagra Castagne Aritzo

Feste in Sardegna

Dai tornei cavallereschi selvaggi, alle processioni cristiane, sino alle sfilate in costume con abiti tradizionali variopinti e preziosi.
Feste in cui si esprime la pura gioia di vivere con canti e balli tradizonali e dove sacro e profano si mischiano creando un’indissolubile unità. Feste che in Sardegna scandiscono il tempo, attribuendogli un significato più profondo di quello strettamente temporale. Calendario e informazioni sulle principali sagre in Sardegna.
Febbraio dà il via alle feste di Carnevale, le cui espressioni più antiche vengono mantenute e celebrate nelle zone montane. Il “Carnevale Barbaricino” gioca con simboli che rimandano alle realtà di vita quotidiana del mondo agro pastorale: uomini misteriosi vestiti con pelle di pecora e dal volto coperto con maschere scure in legno e campanacci sulle spalle, simboleggiano la lotta tra l’uomo e le forze della natura e hanno la funzione di esorcizzare la paura che proviene dai pericoli che comportavano le transumanze durante l’inverno.
La Sartiglia di Oristano è una festa che viene celebrata per Carnevale e sin dalle origini è stata influenzata da usanze iberiche. Infatti “Sartiglia” deriva il suo nome dallo spagnolo, dove “sortija” significa anello. Comincia la gara in cui i cavalieri col volto coperto da una maschera bianca e anonima partono al galoppo. Bisogna infilare la stella appesa lungo il percorso. La stella da infilare rappresenta la buona sorte. Più volte viene infilata, maggiore sarà la fortuna (e migliore l’annata agricola).
La festa più importante di tutta la Sardegna è la Sagra di Sant Efisio, risalente al XVII secolo. È una festa che si celebra a Cagliari e dura quattro giorni, dall’1 al 4 maggio e attira una moltitudine di sardi da tutta l’isola. La struttura della processione è sostanzialmente rimasta immutata nel corso dei secoli. Un corteo religioso solenne trasporta la statua di Sant’Efisio e da Cagliari si muove sino a Nora, dove il santo subì il martirio ad opera delle autorità romane e dove adesso si trova la cappella. Anche qui, gli aspetti laici sono frammisti a quelli religiosi. I xxxi sgargianti dei costumi tradizionali sardi prendono il sopravvento. Da Nora il santo viene riportato a Cagliari.
In Sardegna (come in tutte le culture cristiane) la Pasqua è la festa liturgica per eccellenza. I sardi chiamano la Pasqua “Sa pasca manna” e il Natale solo “Paschixedda”, cioè “piccola Pasqua”. Si dice che chi partecipa a queste processioni misteriche della Passione di Cristo durante la Settimana Santa, non solo non possa mai più dimenticare, ma solo l’aver visto, gli apra una nuova via verso Dio.
Informazioni su feste, mercati e altre manifestazioni in Italia Webseite: www.sagreinitalia.it 
Una festa dai tratti moderni è quella d’inizio settembre. La Festadelmare dura quattro giorni e si svolge a Santa Lucia, un festival musicale dalle forti tinte artistiche, nella costa orientale tra Olbia e Arbatax. È una manifestazione in cui si susseguono spettacoli culturali, concerti, mostre e azioni atte a sensibilizzare la popolazione (sarda e non) circa l’importanza di una consapevolezza di tipo ecologico. Qui, il riferimento al mare è particolarmente importante.


Seguiteci su:

facebook  instgram  pinteresst  youtube  email

Copyright © 2019 · Sardegna GmbH  Privacy   Impresso